SICUREZZA IN QUOTA

IMECO SAFETY È L'AZIENDA N.1 IN ITALIA PER LA FORNITURA, IL NOLEGGIO E L'INSTALLAZIONE DI SISTEMI ANTICADUTA, LINEE VITA E RETI ANTICADUTA FISSE E MOBILI CHE PROGETTA ED ESEGUE INTERVENTI DI MESSA IN SICUREZZA IN TUTTA ITALIA E EUROPA.

Home News News

MAGGIO 2015

IMECO SAFETY conosce le difficoltà affrontate da ogni Committente, al momento di individuare la migliore delle imprese chiamate ad eseguire un'opera; tali scelte sono determinanti per quanto concerne la qualità dell'intervento, che non si limita solamente alla buona riuscita tecnica ed economica dell'opera, bensì al rispetto dei livelli di salute e sicurezza previsti dal D.Lgs. 81/08.

La mancata osservanza delle normative è riconducibile allo stesso Committente, in quanto titolare di obblighi penalmente sanzionabili.

A tale proposito IMECO SAFETY, nel rispetto degli artt.89-90 – Allegato XVII del D.Lgs. 81/08, si offre al cliente in pieno possesso delle capacità organizzative necessarie, attraverso forza lavoro abilitata agli interventi da realizzare, nonché di macchine e di attrezzature certificate.

IMECO SAFETY, per la tutela del Committente, garantisce idoneità tecnico-professionale al momento della scelta dell'impresa attraverso la documentazione necessaria, la cui veridicità nei contenuti è valutabile durante tutto l'iter di realizzazione dell'opera, in conformità alle tipologie di lavoro da svolgere.

 

 

NOVEMBRE 2014

I'Inail finanzia le piccole e micro imprese operanti nel settore dell'agricoltura, dell'edilizia, dell'estrazione e della lavorazione dei materiali lapidei per la realizzazione di progetti di innovazione tecnologica mirati al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. I destinatari degli incentivi sono le imprese,anche individuali, iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato ed Agricoltura. Dal 03 novembre al 03 dicembre 2014 è possibile inserire la domanda di partecipazione nel sito dell'Inail.

 

Link bando Fipit

 

 

 

SETTEMBRE 2014

Da una cassazione penale dello scorso aprile deriva che il criterio che deve essere considerato per stabilire la sussistenza dell'obbligo, per il datore di lavoro, di adozione e di messa in opera di adeguate impalcature o ponteggi o idonee opere provvisionali, non è più la quota di "esecuzione del lavoro", ma la quota di "esposizione al rischio di caduta" per il lavoratore.

  

 

AGOSTO 2014

Tra il 2011 e il 2012, sono state 8.056 in meno le denunce per infortunio sul lavoro in Veneto. 

E' quanto emerge dall'ultimo rapporto regionale. 

Il calo su base annua è del 9,91%, in media con il dato nazionale che si attesta a -9,52%. Più sensibile il divario nel quinquennio 2008-2012: nella regione i casi denunciati sono scesi del 30%., a fronte del 25% su base nazionale. Stesso trand per gli infortuni mortali (-29,5%). Crescono invece le malattie professionali passate dai 1.976 casi del 2008 ai 2.247 del 2012.

 

Rapporto annuale regionale 2012

 

 

GIUGNO 2014

Da giugno 2014 è stata recipita la nuova norma TS 16415: gran parte dei prodotti sono stati certificati secondo la norma EN 795:2012 e secondo la TS 16415.

 

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 Succ. > Fine >>

Pagina 3 di 6