SICUREZZA IN QUOTA

IMECO SAFETY È L'AZIENDA N.1 IN ITALIA PER LA FORNITURA, IL NOLEGGIO E L'INSTALLAZIONE DI SISTEMI ANTICADUTA, LINEE VITA E RETI ANTICADUTA FISSE E MOBILI CHE PROGETTA ED ESEGUE INTERVENTI DI MESSA IN SICUREZZA IN TUTTA ITALIA E EUROPA.

Home News News Infortuni sul lavoro: un bilancio sfavorevole per il 2016
There are no translations available.

GENNAIO 2017

Il 2016 non è stato un anno particolarmente fortunato per quanto riguarda il numero di infortuni sul lavoro registrati. Se negli ultimi decenni, ed in particolare dal 2008 al 2014, il fenomeno infortunistico ha presentato una costante propensione alla diminuzione, negli ultimissimi tempi il trend positivo ha assunto un progressivo rallentamento: nel 2012 la dinamica dell’andamento infortunistico aveva toccato un -8,8%, nel 2013 -6,8%, nel 2014 -4,6% e nel 2015 -4,0% (dati Inail).


Il 2016, purtroppo, ha visto una situazione ulteriormente peggiorata: nel periodo dal 1 gennaio al 30 novembre 2016 si è registrato un aumento delle denunce di infortuni sul lavoro di circa 5.200 unità, ovvero un +0,9% rispetto all’anno precedente. 


In merito alle modalità di accadimento di tali infortuni, l’Inail sottolinea come la crescita degli incidenti sul luogo di lavoro è stata dello 0,5% (circa 2.700 casi in più rispetto al 2015). 
I settori coinvolti maggiormente nel trend di crescita del numero di infortuni sul lavoro sono il comparto dei servizi alle imprese (+6,6%), il settore dei trasporti (+5,1%), la fabbricazione di autoveicoli (+5,1%) e la metalmeccanica (+2,9%). 

Una nota positiva è il considerevole calo delle denunce di morte per incidenti sul lavoro: 145 casi in meno rispetto al 2015, con una percentuale pari al -13,4%. Un risultato moderatamente soddisfacente, soprattutto in seguito ad un disastroso 2015, in cui si erano verificati circa 100 incidenti mortali in più rispetto all’anno precedente (dai 1.152 del 2014 ai 1.246 del 2015).


Di fronte a questi dati comunque negativi, diventa ancora una volta fondamentale spingere per diffondere ovunque la cultura della sicurezza, con concrete azioni di informazione, formazione e sensibilizzazione, affiancate ad azioni di controllo per osteggiare le irregolarità nelle modalità di svolgimento del lavoro.


Il rischio di incidenti ed infortuni sul lavoro è molto alto nel contesto dei lavori in quota, quando anche un minimo errore può costare la vita al lavoratore. Tutte le attività che espongono il lavoratore al rischio di caduta da una quota posta ad altezza superiore a 2 metri rispetto ad un piano stabile, devono essere svolte utilizzando adeguati dispositivi di protezione e sistemi di sicurezza anticaduta. La prevenzione in cantiere è uno dei passi fondamentali per riuscire a ridurre il numero di incidenti sul luogo di lavoro. Numero che ci auguriamo riprenda un trend in calo con il nuovo anno, perché ciascuno di noi ha il diritto svolgere la propria attività lavorativa in sicurezza.