SICUREZZA IN QUOTA

IMECO SAFETY È L'AZIENDA N.1 IN ITALIA PER LA FORNITURA, IL NOLEGGIO E L'INSTALLAZIONE DI SISTEMI ANTICADUTA, LINEE VITA E RETI ANTICADUTA FISSE E MOBILI CHE PROGETTA ED ESEGUE INTERVENTI DI MESSA IN SICUREZZA IN TUTTA ITALIA E EUROPA.

Home News News Bando ISI 2015: finanziamenti per le imprese che investono nella sicurezza nei luoghi di lavoro
There are no translations available.

GENNAIO 2016

Per incentivare le imprese a realizzare interventi finalizzati al miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro vengono proposti i finanziamenti del nuovo bando ISI 2015.

 

Imeco informa che per le piccole-medie-grandi imprese che decideranno di investire nella sicurezza verrà messo a disposizione un contributo a fondo perduto pari al 65% delle spese sostenute, fino ad un massimo di 135.000 euro, previo superamento delle verifiche di ammissione al bando (raggiungimento e/o superamento della soglia minima di 120 punti).

Si fa presente che non saranno i 120 punti ad influire sull'assegnazione dei contributi, essendo questo un finanziamento erogato sulla base dell'ordine cronologico di invio delle domande, fino al raggiungimento di 276.269.986 euro messi a disposizione.

 

PROGETTI

Le imprese di qualsiasi dimensione possono richiedere il contributo del 65% scegliendo di intervenire solo su uno dei seguenti argomenti, su cui lavora anche Imeco Safety:

  • miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro;

  • adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale;

  • bonifica di materiali contenenti amianto.

Al contrario, i finanziamenti ottenuti dal bando ISI 2015 sono cumulabili con i benefici derivati da interventi pubblici di garanzia sul credito.

 

ACCESSO ALLE AGEVOLAZIONI ISI 2015

  • Le aziende non devono aver già ottenuto il provvedimento di ammissione al contributo per uno dei precedenti avvisi pubblici INAIL 2012, 2013 e 2014;

  • Per il progetto oggetto della domanda ISI 2015 non devono essere state presentate altre domande né ricevute ulteriori forme di contributi pubblici;

  • Il provvedimento di ammissione al finanziamento per il bando FIPIT 2014 preclude la possibilità di presentare domanda per ISI 2015.

 

RICHIEDERE IL FINANZIAMENTO

La procedura per l'ottenimento dei contributi si articola in 3 fasi principali:

 

FASE 1) Invio della domanda di ammissione.

Dal 01 marzo 2016 al 05 maggio 2016, attraverso il portale dell'INAIL, sarà possibile compilare online la domanda di ammissione al bando e, allo stesso tempo, effettuare una simulazione del progetto da presentare e verificare il raggiungimento della soglia di ammissibilità al bando (120 punti). Terminata la compilazione della domanda di ammissione si procederà con l'invio e la registrazione effettiva della richiesta.

In caso di approvazione le aziende idonee potranno avanzare alla fase successiva.

 

FASE 2) Codice identificativo.

Dal 12 maggio 2016 le imprese che avranno ottenuto almeno 120 punti potranno scaricare dal sito INAIL il loro codice identificativo.

 

FASE 3) Invio della domanda finale.

Dal 19 maggio 2016 nel sito INAIL verranno comunicate date e orari utili all'invio (click-day) della domanda finale per la richiesta dei contributi correlata di codice identificativo.

 

 

Come già precisato, concludere la terza fase dell'ammissione al bando sarà fondamentale, in quanto i contributi verranno erogati secondo l'ordine cronologico di ricezione delle domande.

 

A tale proposito Imeco Safety, particolarmente sensibile alla tematica della sicurezza negli ambienti e nei luoghi di lavoro, si mette a disposizione per delucidazioni e preventivi di spesa di supporto a chi fosse interessato a migliorare la sicurezza della sua azienda.

 

 

Bando completo al link;

http://www.inail.it/internet/default/INAILincasodi/Incentiviperlasicurezza/BandoIsi2015/index.html